Medyfit logo
Medyfit logo

Medyfit | L'ABC del sistema immunitario

17/03/2020 - Scritto da: Dott.ssa Veronica Guerra

Ogni inverno ci troviamo a combattere contro l’influenza stagionale e generalmente la strategia più utilizzata per  stimolare il nostro sistema immunitario a proteggerci è quello di mangiare arance così come sono oppure spremute, ma mai come quest’anno ci siamo ritrovati a confidare in un sistema immunitario fortissimo capace di proteggerci anche da questo temuto Coronavirus.

L’efficacia del sistema immunitario è legata a moltissimi aspetti, tra questi la Scienza dimostra un ruolo anche di alcuni nutrienti. Quali sono? Seguiamo l’ordine alfabetico.

Iniziamo dalla vitamina A. La troviamo nei prodotti animali ma anche nelle carote, nel tarassaco e nel cavolo verde.

Seguono poi le vitamine del gruppo B. Vengono così chiamate perchè non c’è una sola vitamina B ma bensì quattro: B2, B6, B9 e B12. A parte la B12 che la si trova nei prodotti animali, tutte le altre sono molto diffuse nelle spezie e nelle erbe aromatiche (rosmarino, menta, prezzemolo, erba cipollina, peperoncino, coriandolo, basilico), la B6 si trova anche nel riso integrale e la B9 anche nei legumi (piselli, fagioli, ceci, lenticchie).

Passiamo alla regina del sistema immunitario, la vitamina C. Come accennato prima, tutti sanno che si trova negli agrumi e quindi la strategia invernale di fare scorta di arance è corretta, bisogna però fare attenzione a quando si fanno le spremute: vanno bevute velocemente altrimenti si viene a perdere la preziosa vitamina C che è tra le vitamine quella più instabile, sensibile alla luce, all’aria e al calore.

La vitamina D. E’ famosa per essere coinvolta nel migliorare il deposito di calcio nelle ossa, ma ha anche un ruolo nel sistema immunitario. La fonte principale è il salmone selvaggio il quale ne contiene talmente tanta che con una porzione di pesce, si soddisfa il fabbisogno giornaliero. La si trova poi anche in altri tipi di pesce come lo spada, il tonno e le sardine ma in quantità inferiori. Attenzione però a non abusare di integratori di vitamina D perchè tende ad accumularsi con correlati possibili problemi di sovradosaggio.

Omega3. Questi sono dei grassi presenti nei pesci, soprattutto nel pesce azzurro ovvero quello tipico dei mari freddi. Il suggerimento è di cercare di consumare pesce almeno due volte a settimana.

Zinco e Selenio. Sono due sali minerali che si trovano nei cereali integrali (riso, orzo farro, ecc.).

Oltre a questo elenco, anche i polifenoli sono preziosi per stimolare il nostro sistema immunitario e si trovano in tutti i vegetali: frutta e verdura che non dovrebbe mai mancare dalle nostre tavole con circa cinque porzioni al giorno.

E’ bene sottolineare che l’assunzione di integratori contenenti i nutrienti menzionati, è dimostrato abbia un’efficacia inferiore rispetto all’assunzione tramite alimenti complessi. Probabilmente a causa dell’interazione di questi nutrienti con altri presenti naturalmente nei cibi.

Cookie